fotografia artigianale in bianco e nero
MASSAGRIGIA


SCATTI

SOGOSPATTY

SENZA TITOLO


 

 

 

 

Per inquadrare un frammento di mondo è necessario

innanzitutto sentirsi presi nel mondo.

S. Tisseron

 

 

 

 

Non si possono considerare i lavori di Barbara Tucci oltre la fotografia. Questa ovvietà è necessaria come premessa, anzi come pregiudizio. Infatti tutto quello che rimane nelle immagini fotografiche deve essere considerato come il risultato di una totale mancanza di ricerca del soggetto, assenza di calcolo e valutazione. Non che le foto di Barbara Tucci siano improvvisate o peggio ancora dilettantesche, tutt'altro, il suo lavoro è frutto di una capacità tecnica sorprendente e di una pratica di rottura. Rottura delle premesse logiche della fotografia. Pellicole stressate, sottoposte a caldo da "macchina sotto il sole", sottoesposizioni, sovraesposizioni e via di questo passo... Insomma, la scelta finale di una foto al posto di un'altra avviene quasi sempre in maniera molto intima, la foto è stata elaborata materialmente e mentalmente ancora prima di presentarsi. Tutto questo si fa pratica attraverso la sottile poesia che viene lasciata non dai particolari di ogni singola immagine, ma dalla foto nella sua totalità.

Non ci sono elementi apprezzabili più di altri o a prescindere dall'interezza della foto. È come se non si fosse tenuti ad estrapolare nulla dal contesto, è il contesto ad essere impresso nella foto e non i particolari che lo compongono. Così la luce, il colore, il soggetto, il protagonista, l'antagonista, il primo piano, lo sfondo nulla è più dell'altro, ma tutti lavorano nella composizione per lasciare un ricordo davvero di un attimo passato e non dell'eternità. La fotografia come tentativo di accogliere, di condividere, di concedersi nella propria fragilità.

Un ricordo lasciato a tutti.

 

Barbara Tucci, 1978, Chieti, Italy

e-mail: tuccibb@yahoo.it

mobile: +39 347 99 08 378

 

 

 

Exhibitions

 

 

2008

.

 

.Gap_giovani artisti pescaresi, collettiva a cura di Claudia Civitarese,Museo

d' Arte Moderna Vittoria Colonna, Pescara, Italy

.Noveventi 9:20, felt club,Roma,Italy

 

2007

.Massagrigia,collettiva,Brancaleone,Roma,Italy

 

2006

.Conuscite, collettiva nell'ambito dell'evento "Castelbasso Progetto Cultura", Castelbasso (Te),Italy

.Personale a cura di Francesca Colasante, galleria Arte.Novaglio, Bovezzo (Bs) nell'ambito della Biennale Internazionale di Fotografia di Brescia,Italy

.I love abruzzo index, collettiva a cura di Arianna Rosica e Massimiliano Scuderi,

Palazzo Sanità di Toppi, Chieti,Italy

 

2005

.Italian Camera-Venezia Immagine, a cura di Raffaele Gavarro, Isola di S.Servolo, Venezia, Italy

.AREA_prolegomeni ad una metafisica dei luoghi e del costruire, a cura di Raffaele Gavarro, Galleria Sogospatty, Roma, Italy

.Railwaystories, a cura di Adriana Martino, stazione centrale di Pescara, Italy

 

2004

.AH7, Grand Hotel Croce di Malta, a cura di Tullio Ponziani, Montecatini, Italy

.Fuori Uso - Story Telling, a cura di Luca Beatrice, Pescara, Italy

.Metamorfosi, Museo Vittoria Colonna, Pescara, Italy

.Sings of Light, Spazio Fabbrica, Losone, Swiss

 

2003

.Kidoairaku, Sushi Bar, Pescara, Italy

Spoltore,Pescara
take a deep breath,collettiva a cura di Francesca Referza e Antonio Zimarino,


info@massagrigia.it - Copyright 2008 - contacts
Tutte le fotografie presentate nel sito sono protette da diritto d' autore.
Tutti i diritti sono riservati e protetti dalle leggi italiane ed internazionali.